Coronavirus, ventuno aziende pugliesi produrranno mascherine: “Saranno 300mila al giorno”

Emergenza coronavirus: ventuno aziende pugliesi produrranno mascherine filtranti, adatte alla popolazione e non al personale sanitario. Il progetto, denominato “Riapro”, ha seguito le direttive impartite dal Politecnico di Bari e consentirà una produzione complessiva giornaliera di 300mila mascherine. All’elenco di aziende potrebbero aggiungersene altre che hanno chiesto al Politecnico supporto, aumentando così la produzione. Per ciò che riguarda la produzione delle mascherine per medici, infermieri e soggetti di primo intervento, FFP2 e FFP3, i tempi sono più lunghi. A differenza di quelle comuni, i produttori devono attenersi a rigorosi canoni produttivi e a certificazioni inderogabili. In totale sinora, le aziende che hanno contattato il Politecnico sono state oltre 250 e di queste 160 hanno manifestato l’intenzione a produrre mascherine filtranti. Altre 25 si sono proposte per produrre anche altri articoli.

L’articolo prosegue su Bari Today.