Premio “GiovedìScienza 2020”: una ricercatrice lucana tra le dieci migliori italiane

E’ giunta all’atto conclusivo, con la designazione dei dieci finalisti, la nona edizione del Premio Nazionale “GIOVEDÌSCIENZA 2020“, la kermesse organizzata dall’Associazione onlus CentroScienza con l’obiettivo di incoraggiare impegno e attenzione dei protagonisti della ricerca per la comunicazione della scienza. Sessantaquattro, in tutto i giovani ricercatori e le ricercatrici che hanno preso parte alla manifestazione. La Commissione, dopo un attento esame delle schede di valutazione, ha dunque scelto i dieci finalisti. Tra questi spicca la lucana Marilena Marraudino, nata a Tricarico, laureata in Biologia all’Università di Pisa e dottorata in Neuroscienze all’Università di Torino. Il progetto con il quale la giovane ricercatrice lucana si è guadagnata l’accesso alla finale porta il titolo: “Generazione soia (Endocrine Disrupting Chemicals, EDCs)“, una ricerca che vede protagonista la soia, alimento ricco di genisteina, un interferente endocrino naturale che può causare la predisposizione per i bambini alimentati con latte di soia all’obesità e all’infertilità in età adulta. La prossima tappa ora è in programma il 23 settembre a Torino, presso la sede di Unimanagement – Unicredit, dove i 10 finalisti saranno chiamati a raccontare in poco più di 6 minuti il proprio progetto. A giudicare gli interventi una Giuria Tecnica, composta da 5 professionisti, Accademici ed esperti della comunicazione scientifica, ed una Giuria Popolare, composta da 5 classi delle scuole secondarie di secondo grado. Per il vincitore è previsto un premio in denaro del valore di 5mila euro e l’opportunità di raccontare la propria ricerca al pubblico di GiovedìScienza con una conferenza dedicata nell’edizione 2020/2021. Non solo, oltre al Premio GiovedìScienza saranno assegnati 3 premi in denaro del valore di 3.000 euro ciascuno: il Premio Speciale Elena Benaduce” assegnato dalla Giuria Popolare e riservato a lavori di ricerca che si distinguano per le ricadute sul benessere delle persone e sulla qualità della vita. Il Premio GiovedìScienza Futuro, dedicato ai ricercatori che presentino – oltre al progetto scientifico – uno studio di fattibilità e il Premio Industria 4.0, rivolto ai candidati che, oltre al progetto scientifico, abbiano sviluppato anche una proposta progettuale inserita in questo ambito.

La notizia completa