Emergenza Covid in Puglia, l’Onb scrive all’assessore Lopalco: “Bene accordo con Medici e Pediatri ma coinvolgere anche i Biologi nell’esecuzione dei tamponi”

Bene l’accordo con Medici di Famiglia e Pediatri per l’esecuzione dei tamponianti-Covid“, ma perché non coinvolgere anche i Biologi nello svolgimento degli esami che attengono la diagnostica di laboratorio? E’ quanto il dott. Antonio Mazzotta, referente Comunicazione e Rapporti Istituzionali della Delegazione ONB di Puglia e Basilicata, ha chiesto, all’unisono con la delegata ONB, la consigliera Claudia Dello Iacovo, in una lettera indirizzata al professor Pierluigi Lopalco, assessore designato alla Sanità della Regione Puglia. “Non Le sfuggirà – scrive Mazzotta – che il Medico di Base o Pediatra è un clinico e non un ‘tecnico’, al quale viene affidata la gestione e cura dei pazienti con le molteplici patologie annesse. All’opposto, il Biologo, per le sue ‘speciali competenze’, ha tutte le carte in regola per poter svolgere esami che attengono alla sfera della diagnostica di laboratorio”. “E’ doveroso, inoltre, aggiungere che la Puglia dispone di tanti bravi Biologi spesso dimenticati per non dire ignorati dalle Istituzioni. Biologi che in questa fase critica, non possono continuare a rimanere nell’oblio, operando ai margini del contesto pandemico” prosegue ancora la missiva. “Il loro supporto ed aiuto potrebbe essere determinante per fornire un’azione sinergica ed in simbiosi con il Medico, oltre ad alleggerire tensioni e fatiche dello stesso Medico e stabilendo equilibri e giuste condizioni emotive per poter meglio svolgere il proprio lavoro”.

Clicca qui per leggere la lettera