E’ pugliese la “scienziata prodigio” che, a 26 anni, farà ricerca con i premi Nobel

Ha soltanto 26 anni Roberta Fiorino, biologa di San Giorgio Jonico, in provincia di Taranto, ma quest’anno è l’unica italiana entrata a far parte del Max Planck Institute tedesco, una delle più importanti istituzioni scientifiche al mondo che reclutano “cervelloni” per la ricerca e che annovera, tra i suoi scienziati, ben 22 premi Nobel. Adesso si occuperà dei meccanismi che producono patologie neurodegenerative come l’Alzheimer.

L’articolo completo su Corrieredelmezzogiorno.corriere.it