L’allarme di Coldiretti Puglia: siccità ha fatto crollare la produzione agricola del 35-40%

La Puglia, regione granaio d’Italia, ha visto crollare la produzione di grano a causa della siccità. Lo denuncia Coldiretti Puglia. Secondo l’elaborazione Coldiretti dei dati del Crea «la minor produzione pesa sulle aziende cerealicole che hanno dovuto affrontare rincari delle spese di produzione che vanno dal +170% dei concimi al +129% per il gasolio con incrementi medi dei costi correnti del 68%».
Agli agricoltori pugliesi, coltivare grano è costato fino a 600 euro in più ad ettaro. I rincari maggiori sono dovuti all’aumento dei costi di produzione causati dagli effetti e dalle speculazioni della guerra in Ucraina. Alle drammatiche conseguenze della siccità si aggiunge l’aumento dei costi che non solo determina un taglio dei raccolti ma obbliga la regione ad importare materie prime dall’estero. (Agonb).